Home » News » UN ITALIANO A PARIGI

UN ITALIANO A PARIGI

UN ITALIANO A PARIGI - Maurizio Baglini

Il pianista Maurizio Baglini in concerto nella mitica Salle Gaveau,  

 con musiche di Schumann, Liszt e Mussorgsky registrate per l’etichetta Decca

Quadri di un’esposizione di Mussorgsky, 6 Grandi Studi “d’après Paganini” di Liszt, Sonata op. 22 di Schumann: sono tre celebri capolavori per pianoforte che Maurizio Baglini ha registrato in alcuni recenti album per Decca. Sono anche i titoli in programma nel récital solistico che il pianista terrà martedì 7 marzo 2017 a Parigi, nella Salle Gaveau. Italiano – pisano, come ama sottolineare – Baglini è di casa a Parigi dove ha vissuto a lungo e dove dal 1999 ritorna regolarmente a suonare. Il concerto di marzo sarà per lui il quattordicesimo nella mitica sala, tempio della musica da camera francese, dove vennero eseguiti in prima assoluta alcuni capolavori di Ravel e Stravinsky.  Il pianista è stato ospite oltralpe anche dei festival La Roque d’Antheron, Musique en Madiran, Clef de Soleil a Lille, Lisztomanias a Chateauroux, e nelle prossime settimane sarà il presidente della giuria del Concorso pianistico internazionale di Epinal.  

  

La scelta dei brani in programma è ispirata alle tappe più recenti del vasto progetto discografico che il pianista porta avanti in esclusiva per l’etichetta Decca Universal. L’album Rêves, che contiene gli Studi lisztiani, ha ottenuto ottime recensioni e ha ricevuto il premio “Année Liszt en France” dal Comitato per le celebrazioni ufficiali del bicentenario del genio ungherese, sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica Francese. Il plauso della critica nazionale e internazionale (Sole 24 Ore, Amadeus, Classic Voice, Musica, Suonare News, American Record Guide, Classica) ha accompagnato anche la pubblicazione del doppio cd con l’opera pianistica completa di Mussorgsky e i due album che hanno dato il via all’integrale pianistica di Schumann. 

  

Sono felice di interpretare tre autori che amo particolarmente in un luogo simbolo della musica come la Salle Gaveau e in un Paese come la Francia che considero un faro di cultura e civiltà” – è il commento del pianista – “mi fa piacere inoltre mettere a confronto registrazioni e interpretazioni dal vivo di uno stesso brano: è un arricchimento per me e, spero, anche per chi ascolta”. 

  

Martedì 7 marzo 2017 h. 20.30 – Parigi, Salle Gaveau  

INFO sul concerto:  http://www.sallegaveau.com/la-saison/1102/maurizio-baglini-7-mars